Quando si parla di spesa, alla base, c’è sempre una lista della spesa da fare. Che sia scritta a penna, con un colore a matita rubato ai figli, non si scappa: la lista della spesa perfetta è l’abc del risparmio. Senza di essa, diventa difficile risparmiare, in quanto gli acquisti, come ho scritto in precedenza, vengono condizionati da leve di marketing e condizioni psicologiche come la fame. Vediamo quindi come realizzare una lista della spesa perfetta.

Controlla la dispensa

Se tendiamo a fare scorte è molto probabile ritrovare in fondo allo scaffale prodotti di cui non abbiamo più memoria: pacchi di zucchero, sale, pasta, latte, spezie. Prodotti dimenticati e prossimi alla scadenza oppure, peggio, già scaduti.
Ciò accade in quanto, probabilmente, andiamo al supermercato con un idea approssimativa di ciò che vogliamo consumare. Il mio consiglio, è sempre quello di consumare tutto ciò che teniamo in dispensa e successivamente compilare una lista in base ai reali bisogni, tanto le offerte sono sempre presenti, specie per prodotti di non facile consumo, il the o la camomilla ad esempio, meglio spendere 30 centesimi in più che ritrovarsi merce scaduta in dispensa.
C’è qualcosa che può ancora servirti?

 

Soddisfa i gusti di tutta la famiglia

Soddisfare i bisogni, e non i capricci, di ogni componente, è il miglior modo per non sprecare cibo.
Può essere anche un modo di confronto e rende ogni componente, anche il più piccolo, parte integrante delle scelte di tutta la famiglia.
Ad ogni modo, a me hanno sempre insegnato che ciò che c’è a tavola si mangia, in quanto non sempre purtroppo si può scegliere, ma  compilare insieme un menu settimanale che soddisfi i gusti o il budget, è senza dubbio il modo migliore per fare la spesa: non è semplice, ma ci consente di elaborare una lista della spesa, e un menu omogeneo, bilanciato e sano, in grado di far felici tutti.

lista della spesa insieme

Su un foglio bianco, suddividi per colonne i nomi di ogni componente aggiungendo i piatti che preferirebbe mangiare, ovviamente non deve essere categorico: se Giulia preferisce la carne ai legumi, prenderò sia gli uni che gli altri, e li proporrò in giorni diversi. Stesso discorso se un qualsiasi componente salta il pranzo, o la cena, in base ai turni di lavoro.

Mi rendo conto che non è semplice, ma è il modo migliore per stilare una lista della spesa che non preveda sprechi.

Organizza la tua lista della spesa

Organizzato il menu settimanale, verificata la dispensa, e controllato offerte e prodotti mancanti, non ci resta che scrivere la lista della spesa perfetta per risparmiare.

Se ami la tecnologia come me, ci sono milioni di app che fanno al caso nostro, ciò che ti consiglio, è di affidarti all’assistente virtuale di Google: è infatti possibile creare una lista della spesa da zero, ed inserire in lista i prodotti anche con comandi vocali.

Qui trovi la procedura passo-passo, per crearne una con Google, è molto semplice e potrai condividerla con il resto della famiglia, potrai, inoltre, consultarla in qualsiasi momento.

Se invece preferisci scrivere a penna, prenditi il tempo necessario affinchè la stessa non risulti poi confusa.
Suddividi la lista per categorie in cui andare ad aggiungere ciò che manca o vogliamo comprare.
Una buona base di partenza potrebbe essere questa:

  • FRUTTA E VERDURA: di solito si trova all’ingresso del supermercato, e specie in mattinata, è un articolo che si esaurisce facilmente, comincia da qui per non rischiare di rimanere senza.
  • CARNE: nei supermercati trovi i banconi dedicati alla carne rossa e alla carne bianca, solitamente si trova vicino la salumeria.
  • PESCE: pescheria, non sempre presente
  • BANCO FRIGO: Yogurt, mozzarelle, ecc.
  • SURGELATI: Dal surgelato fresco, ai sofficini, ecc.
  • DA BERE: Acqua minerale in bottiglia, che io comunque non compro, birra, vino, succhi di frutta: solitamente LONTANI dall’ingresso principale.
  • IGIENE PERSONALE: Sapone liquido, prodotti per l’igiene, pannolini, carta igienica: solitamente presenti al centro del supermercato
  • DETERSIVI: Trovi i detersivi tra i prodotti dopo, o prima, lo scaffale per l’igiene personale.
  • ALTRO: Ciò che non rientra in nessuna delle categorie, articoli per la casa e altro, che sconsiglio comunque di acquistare al supermercato.

Conclusioni

Considerare una lista pensata in base ai reparti, mi consente di impiegare meno tempo e trovare più facilmente gli articoli che servono.

Se solitamente fai la spesa in più supermercati, il mio consiglio è quello di fare liste separate.

Prenditi il tempo necessario, cerca di stilare la lista in momenti di tranquillità o sfruttando i tempi morti legati agli spostamenti.

 

Conosci altri metodi per creare una lista della spesa perfetta?
Lascia un commento!

Cc-by new white.svg Cc-nc white.svg Cc-nd.svg
Puoi scaricare e condividere questo articolo a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera all’autore

 

La lista della spesa perfetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =