Come fare il Bilancio familiare per risparmiare denaro

Come fare il Bilancio familiare per risparmiare denaro

Quante volte ti sei chiesto, ma i soldi che guadagno dove vanno a finire ? Come mai malgrado i sacrifici non riesco a risparmiare denaro?
Che futuro posso dare ai miei figli se non riesco a mettere da parte nulla per loro ?

Tristemente ti rispondi: è inutile mi devo rassegnare con le mie entrate posso sperare solo di arrivare a fine mese figurati se riesco a risparmiare dei soldi. 

Se anche tu si sei fatto queste domande, fermati un attimo, trova il tempo di leggere questo articolo.

Per poter risparmiare denaro qualsiasi sia il tuo obiettivo c’è solo una cosa che bisogna fare, cosi semplice che molto spesso viene trascurato o sbagliando ritenuto inutile, il segreto è fare e gestire il Bilancio Familiare !!

In questo articolo ti spiegreremo come fare il Bilancio familiare.

Che cosa è il bilancio familiare ?

Un bilancio familiare è un piano che ti permette di tracciare e monitorare le spese (uscite) del tuo nucleo familiare o le tue spese personali in funzione delle tue entrate economiche (esempio: stipendio, altre rendite, ecc) .
In altre parole, sgegliendo un periodo temporale ad esempio mensile più tosto che settimanale tieni traccia delle tue entrate e delle spese che fai o che devi sostenere nel periodo sotto controllo,  ciò ti permette di analizzare in dettaglio quando stai spendendo e valutare se hai abbastanza denaro per far fronte alle spese di prima necessità della tua famiglia e se puoi permetterti altre spese secondarie.

Perchè devi fare il bilancio familiare ?

Con il passare del tempo, tenendo traccia delle tue spese potrai essere sempre più capace di ridurre le spese secondarie (non strettamente necessarie)  e valutare come ridurre con alcuni accorgimenti le spese necessarie.
Tenendo sotto controllo il bilancio familiare potrai aumentare la tua capacità di risparmio del denaro.
Inoltre, il bilancio familiare è d’aiuto nel prendere decisioni finanziarie e a raggiungere obiettivi finanziari a medio e lungo termine.
Una volta delineato il bilancio familiare, chiediti e chiedi ai membri della tua famiglia quanto ritengono di dover spendere ogni settimana o nel mese,  distinguendo fra le spese necessarie e quelle non necessarie (vedremo la differenza fra le due nel proseguimento dell’articolo); Questa operazione ti aiuterà nella definizione del budget da destinare alle varie spese e ti permetterà di capire cosa fare con il restante denaro.
Più esperienza fai nel monitorare il bilancio familiare, più diventerai bravo/a a definire il budget, più diventerai bravo/a a risparmiare denaro da utilizzare per spese inpreviste e soprattutto da utilizzare per creare ricchezza futura facendo degli investimenti (almeno per non perdere il potere d’acquisto dei tuoi risparmi).

Come fare il bilancio familiare

Per prima cosa stabilisci l’arco temporale in cui vuoi effettuare il monitoraggio delle spese in funzione delle entrate, ti suggeriamo di scegliere il periodo mensile.
A questo punto per ogni mese dovrai:

  1. Elencare e quantificare le entrate mensili, come ad esempio gli stipendi, entrate derivate da affitti, altre entrate, ecc.
  2. Individua le spese necessarie e quelle fisse che hai mensilmente.
  3. Individua le spese secondarie che sostieni mensilmente.
  4. Suddividi  in categorie le spese necessarie e le spese secondarie.
Bilancio Familiare in excel

Classificare le spese necessarie e le spese secondarie

Per far un buon Bilancio Familiare è molto importante che tu sappia classificare e distinguere opportunamente le spese necessarie dalle spese secondarie.

Quali sono le Spese Necessarie ?

Per spese necessarie intendiamo tutte quelle spese che non possono essere evitate, sono delle uscite di denaro che necessariamente devono essere affrontate, fra queste possiamo elencare ad esempio le spese:

  • per affitto e/o mutuo
  • condominiali
  • utenze quali: Energia Elettrica, riscaldamento, gas, telefono e/o internet
  • per assicurazione dei mezzi di trasporto
  • tassa automobilistica (bollo auto / moto)
  • carburante dei mezzi di trasporto
  • di trasporto (es: abbonamenti, biglietti mezzi pubblici, caselli autostradali ecc)
  • spese mediche
  • ecc

Queste ovviamente sono solo degli esempi, ogni famiglia avrà le sue necessità e elencherà effettivamente le spese necessarie che deve affrontare.
Ogni individuo inoltre può classificare una determinata spesa come necessaria mentre per altri può essere classificata come secondaria, esempio: per qualcuno andare dal parrucchiere una o più  volte al mese può essere una spesa necessaria mentre per altri no.
Le spese necessarie inoltre molto spesso sono preventivabili nel senso che si sa già o quanto meno si può sapere quale sarà la spesa da affrontare, si pensi ad esempio al costo dell’affitto, mutuo, rate dei prestiti ecc.

Quali sono le Spese Secondarie ?

Per spese secondarie si intendono quelle spese che non sono strettamente indispensabili e obbligatorie, come ad esempio spese per:

  • Aperitivi e colazione al bar
  • Ristoranti, pizzeria,
  • cinema,
  • abbigliamento, accessori, calzature (non indispensabili)
  • gite fuori porta
  • ecc.

 Stesura del bilancio familiare

Una volta individuate le entrate e categorizzate le spese necessarie e secondarie sarai pronto a passare alla pratica!! scegli il metodo che ritieni più semplice da gestire per tener traccia delle tue entrate e delle spese effettuate nell’arco di un mese, puoi usare un quaderno, un foglio di calcolo excel (che se opportunamente impostato ti permettera di fare i calcoli automaticamente), delle applicazioni o Software o ad esempio un Kabebo (agenda in cui potrai registrare le entrate e le uscite )

Richiedi il nostro file excel per fare il bilancio familiare, sarà tuo gratuitamente: Contattaci qui.

Classificare e distinguere le spese ti permetterà di calcolare con facilità quanto spendi in un periodo per ogni singola categoria. 

Passiamo all’azione!!

Bilancio Familiare in excel
Bilancio Familiare in excel
  1. Riporta come singola voce ogni entrata economica della famiglia (es: Stipendio 1, stipendio 2, riscossione affitto, ecc)
  2. Categorizza le spese necessarie e sotto ogni categorie riporta la descrizione della spesa (es: le bollette della luce, gas, telefono, possonno essere riportate nella categoria “Utenze”, le spese inerenti l’assicurazione, bollo auto, carburante, pedaggio, biglietti del bus possono essere riportati nella categoria dei “Trasporti”, ecc.
  3. Categorizza le spese secondarie e sotto ogni categorie riporta la descrizione della spesa.
  4. Con cadenza Settimanale ti devi impegnare nel:
    • riportare le spese sostenute. Ti bastano meno di 20 min a settimana, per controllare e riportare gli importi dei vari scontrini accumalati durante la settimana,  i pagamenti effettuati con servizi bancari, ecc.
    • effettuare i calcoli per analizzare quanto stai spendendo per le varie voci in elenco ( o per fare delle previsioni di spesa)
    • effettua il calcolo per monitorare quanto stai spendendo in funzione delle tue entrate (es: Somma delle tue entrate – somma di tutte le uscite)

Monitorare il bilancio familiare

Adesso che hai categorizzato e tracciato settimanalmente le tue spese nell’arco del mese sarai in grado di valutare l’andamento del tuo bilancio familiare, questo ti permetterà quindi di capire come stai spendendo il tuo denaro e criticamente valutare voce per voce se ci sono delle spese che puoi eliminare del tutto (ad esempio le secondarie) o ridurre.

Facciamo degli esempi pratici e ragioniamo insieme …

  1. se fra le spese secondarie hai la voce aperitivi e spendi 6 euro al giorno per prendere un “fantastico” drink al bar avrai una spesa mensile di 180 euro!! forse l’aperitivo al bar è una spesa irrinunciabile per te,  ma effittivamente è una spesa che si può eliminare o quanto meno ridurre; L’aperitivo te lo puoi fare comodamente a casa, puoi ridurre il numero di aperitivi, puoi valutare di cambiare bar scegiendone uno più economico… Puoi smettere di bere !!
  2. se ti rendi conto che stai pagando tanto in utenze (esempio: luce, gas, telefono ecc ) puoi valutare di cambiare operatore, tariffe o mettere in atto accorgimenti che ti fanno risparmiare. 

Spero che tu abbia capito che: Volere è potere !!
Con un pò di impegno e costanza potrai solo trarre benefici nel fare e monitorare il bilancio familiare.
D’altra parte c’è anche da considerare che se effettivamente ti ritrovi sempre a stringere la cinghia e malgrado i tuoi sforzi per ridurre le spese riesci con difficoltà ad arrivare a fine mese o non riesci a risparmiare allora forse devi considerare il fatto di incrementare le entrate, starai pensando …fosse cosi facile … è vero non è facile ma nemmeno impossibile!!
Puoi valutare di chiedere un aumento, se possibile cambiare lavoro con uno più retribuito.. oppure ingegnarsi per fare altre attività che ti portino ulteriori entrate (abbiamo la fortuna di essere in un epoca in cui ci sono tante opportunità da cogliere nel mondo del digitale e nell’online, contattaci se vuoi saperne di più)!!
Ricorda:  Volere è Potere!!  

L’importanza di fissare dei Budget

La tua famiglia è come una azienda !! e tu sei l’imprenditore di testesso!!

  • devi sapere quali sono le tue entrate e far di tutto per aumentarle !
  • devi sapere come spendi i tuoi soldi !
  • devi risparmiare !
  • devi far fruttare i tuoi risparmi !

Vuoi risparmiare denaro ? metterlo da parte per un obiettivo (un viaggio, una macchina nuova, altro..)? metterlo da parte per gli imprevisti o per il futuro dei tuoi figli?
Bene allora oltre a fare il bilancio familiare devi imparare a definire e gestire il budget!! 
Non vogliamo fare lezioni di economia, ma ti vogliamo dare solo dei consigli per aiutarti a migliorare la tua situazione finanziara e a reagire in modo positivo ad eventuali imprevisti che la vita ci riserva.

La definizione del budget e a cosa riservarlo dipende da te !! e come già detto non pensare che sia impossibile.

Bilancio Familiare con excel di RisparmiareInFamiglia.com

Richiedi il nostro file excel per fare il bilancio familiare, sarà tuo gratuitamente: Contattaci qui.

Volere è Potere!!
anche una piccola percentuale delle tue entrate riservata al risparmio,  al raggiungimento di un obiettivo o a degli investimenti fà la differenza nel migliorare la tua situazione finanziara.
Puoi definire un budget familiare dandoti delle regole sul quantitativo (consigliamo di ragionare con le percentuali) di denaro (che hai in entrata) che puoi/devi riservare:

  • alle spese necessarie 
  • alle spese secondarie,
  • per raggiungere degli obiettivi a medio/Lungo termine (es: una vacanza, macchina nuova, ecc),
  • per le spese impreviste (es: guasto alla macchina, multe, etc)
  • per i risparmi a medio/lungo termine
  • per gli investimenti.
  • ecc

Definito il budget a questo punto devi:

  1. Monitorare le spese: tenere traccia delle spese effettive e confrontarle con il budget per identificare eventuali discrepanze e fare delle azioni correttive per rientrare il più possibile nel budget che hai fissato .
  2. Se necessario aggiornare il budget : regolare il budget in base alle esigenze della famiglia e a eventuali cambiamenti nelle entrate o nelle uscite.

Ricorda che un buon budget è flessibile e può essere modificato se necessario, ma è importante aderirvi il più possibile per raggiungere i tuoi obiettivi finanziari a medio e lungo termine.

Conclusione

Il bilancio familiare insieme al definizione dei budget sono degli strumenti essenziale che ogni individuo e famiglia deve utilizzare per rispettare i piani e non spendere più di quanto possa permettersi.

Richiedi il nostro file excel per fare il bilancio familiare, sarà tuo gratuitamente: Contattaci qui.

Leggi anche questo articolo:

Come gestire il bilancio familiare

Cc-by new white.svg Cc-nc white.svg Cc-nd.svg Puoi scaricare e condividere questo articolo a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera a RisparmiareInFamiglia.com.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


5 − quattro =