Come gestire il bilancio familiare

Dove vanno a finire i soldi? È questa la prima domanda che mi sono fatto nel momento in cui ho iniziato a gestire il budget familiare.
Ad ogni modo: che tu sia solo, in coppia o con prole, prendersi cura dei propri soldi, gestendo al meglio il proprio bilancio familiare, è già un ottimo modo per risparmiare: specie se questi non bastano mai.

Perché tenere in ordine i conti in famiglia?

1. Fa bene alla salute
Organizzare un bilancio familiare fa bene: riduce lo stress e ci rende consapevoli di ciò che stiamo guadagnando, ma soprattutto, di ciò che stiamo spendendo.

2. Aiuta a superare meglio le spese impreviste
Ritrovarsi a chiedere prestiti, a tassi esagerati, non è soltanto un modo per acquistare qualcosa che non ci possiamo permettere (curioso vero?), ma anche segno che non si è riusciti a mettere da parte nulla per necessità o, peggio ancora, per scelta.

RICORDA:
Visite mediche, guasti, spese impreviste, non sono programmabili. Accadono più frequentemente di ciò che si pensa, ma pochi mettono da parte qualcosa finendo poi per sacrificare i risparmi per le vacanze o per le spese di prima necessità.
Tenere traccia di questi imprevisti ci rende consapevoli di quanto siamo vulnerabili e ci aiuta a superarli con serenità in futuro.

3. Quantificare i nostri desideri

Mettere da parte 2.800 euro per quel viaggio in Giappone di 14 giorni, per chi ne guadagna meno di 1.000 al mese, può sembrare un’eresia, eppure, controllando le spese, e fissando un budget mensile da mettere da parte, il nostro sogno può diventare realtà in meno di due anni; basterebbe tagliare la spesa su qualche vizio, organizzare meglio la spesa alimentare, risparmiando appena 5 euro al giorno.

 

Come gestire il bilancio familiare
Tenere un bilancio familiare, è un valido aiuto per la realizzazione dei tuoi desideri. Un viaggio in Giappone ad esempio.

 

Questi sono solo tre degli innumerevoli vantaggi che risparmiare comporta, come farlo nel modo giusto?

Come gestire il bilancio familiare?

Inizia per gradi, tenendo traccia delle entrate e delle spese fisse: puoi usare un quaderno, una delle tantissime app o un software su pc, il quaderno resta sempre la scelta migliore perché più immediata.

Per prima cosa segna le grandi spese:

Affitto/Mutuo, Spese condominiali, Luce, Acqua, Gas, Auto, eventuali Finanziamenti in corso.
Per il resto, più o meno variabile, sarebbe opportuno segnare giornalmente le spese: se non ce la facciamo, conserviamo gli scontrini o paghiamo con il bancomat per avere i costi sotto controllo e segnarli almeno una volta a settimana sul quaderno.
Con il tempo, sapremo quanto mettere da parte mensilmente per affrontare al meglio le spese fisse.

Al netto delle spese fisse, possiamo poi concentrarci sulle spese variabili
e renderci conto del budget a disposizione.

Prelievi al bancomat:

Limitatevi a prelevare contanti solo per le piccole spese non pagabili con il bancomat.
Avere contanti in tasca comporta falsa sicurezza che ci espone ad acquisti compulsivi evitabili.
Controlliamo almeno tre volte a settimana il saldo del nostro conto corrente.

Alimentari:
Ci sono molti metodi per limitare la spesa alimentare: molto spesso si tratta di merce non necessaria o voluttaria, che incide in maniera anche molto pesante sul bilancio e spesso sulla nostra salute.
Le grosse quantità di cibo in dispensa, ad esempio, oltre ad occupare spazio inutile e farci ingrassare, sono una falsa sicurezza.
Ciò si traduce in spreco e ci induce a consumare di più. Molto spesso, poi, dimentichiamo i prodotti che abbiamo riacquistandoli o, peggio ancora, non consumandoli per tempo.
Meglio recarsi al supermercato muniti di lista di ciò che ci serve veramente, ogni tre o quattro giorni: ecco alcuni consigli utili per iniziare a risparmiare sulla spesa.
Evitiamo gli sprechi. riutilizzando ciò che rimane del pranzo o della cena.

Luce,Gas,Acqua:
Limitiamo i consumi inutili, teniamo sotto controllo le offerte del mercato libero, rendiamo più efficente il nostro appartamento investendo in infissi, depuratori d’acqua, illuminazione, riscaldamento. Se non l’hai ancora fatto leggi questa guida: Come risparmiare sulla corrente elettrica fino al 40%

Alla fine dell’anno, tenere i conti in ordine, avrà comportato un risparmio automatico ed avrà sviluppato la vostra autodisciplina limitando gli acquisti compulsivi.

Tutto ciò che avrete risparmiato sarà vostro: premiatevi e fissate degli obiettivi da raggiungere, vi aiuterà a vivere meglio ed essere più felici.

 

 

Cc-by new white.svg Cc-nc white.svg Cc-nd.svg Puoi scaricare e condividere questo articolo a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera all’autore.

Come gestire il bilancio familiare