Si chiama 52 weeks money challenge, ed è uno dei metodi più utilizzati per iniziare a risparmiare; il meccanismo è molto semplice, e consiste nel mettere da parte, per ogni settimana dell’anno, 1 euro. Successivamente, l’importo cresce di settimana in settimana: 3° settimana 3 euro, 26° settimana 26 euro, 52° settimana 52 euro.
Alla fine delle 52 settimane, il totale risparmiato sarà pari a 1.378 euro: tutto sommato un bel gruzzoletto.

PERCHÈ IL METODO DELLE 52 SETTIMANE NON È PER TUTTI:

  • Molti non arrivano a fine mese, e si ritrovano a non poter affrontare le settimane più gravose. La regola è sempre la stessa: per iniziare a risparmiare è fondamentale gestire al meglio il bilancio familiare, qualsiasi esso sia il metodo utilizzato.
  • La meccanica è sfidante e si ricorda facilmente, ma il tutto viene lasciato alla propria volontà; basta saltare alcune settimane (magari le più gravose) e si rischia di perdere lo slancio iniziale che, spesso, comporta l’abbandono del gioco.
    Meglio canalizzare automaticamente gli importi tramite l’home-banking, magari fissando “la rata mensile” delle 4 settimane, alla data dello stipendio.

Ad ogni modo, esistono delle varianti che consentono di personalizzare il metodo delle 52 settimane: si può iniziare dalla 52° (52 euro) ed andare a scalare, o scambiare l’ordine in base alla disponibilità (oggi deposito la 3° settimana,  la prossima la 52°) e al budget disponibile.

Qualunque sia la variante che sceglierai, la cosa importante è sottrarre soldi costantemente per il tuo progetto: che sia un fondo per gli imprevisti o una vacanza a Parigi per far felice tutta la famiglia, l’importante è iniziare.

Inizia adesso.

 

Cc-by new white.svg Cc-nc white.svg Cc-nd.svg Puoi scaricare e condividere questo articolo a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera all’autore.

Ti è piaciuto? Condividi subito questo post, aiuta a far crescere il blog!
Utilizza i tasti che trovi qui sotto.
Grazie!

 

 

Metodi di risparmio: quando le 52 settimane non sono uguali per tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × due =