Finite le feste è facile ritrovarsi panettoni e pandori avanzati, o peggio, ancora da scartare, sotto l’albero di Natale ancora illuminato.

Che fare quindi con gli avanzi del pandoro e del panettone raffermo?

Consumarli così come sono entro la data di scadenza, 6 mesi circa, o intraprendere nuove e gustose avventure culinarie?

Come riciclare gli avanzi di pandoro e panettone

In passato ho spiegato come riciclare i fondi del caffè per risparmiare in fertilizzanti o gli albumi d’uovo azzerando gli sprechi; ne faccio una questione fondamentale: bisogna evitare qualsiasi spreco di cibo, specie per dolci come panettone e pandoro tipici del Natale e dell’abbondanza.

Credo non esistano limiti in cucina quando si tratta di riciclare gli avanzi. C’è chi impazzisce per il pandoro e panettone come sostituti per la colazione accompagnati da latte e caffe, e alla fine il più delle volte vengono consumati così.

Oppure, possiamo trasformare un panettone in un goloso antipasto salato, sembrava incredibile pure a me, che sostanzialmente amo piatti tradizionali, ma posso assicurarvi che il risultato finale è davvero squisito.

riciclare panettone e pandoro
Avanzi di pandoro e panettone ottimi alleati per il risparmio

Ricette con avanzi di panettone

Il panettone risulta meno versatile del suo compagno di feste, il pandoro, in quanto farciture e lavorazione possono richiedere più attenzione, per il resto, tolti i canditi, via libera alla fantasia.

BRUSCHETTE DI PANETTONE DOLCE SALATO

Un ottimo antipasto facile da servire come base per un aperitivo a cui possiamo applicare anche tante varianti.

INGREDIENTI

  • 6 fette di panettone avanzato
  • burro
  • olive
  • acciughe
  • capperi
  • olio di oliva

PREPARAZIONE

Per la preparazione ho utilizzato una piastra in ghisa, ma va bene anche una normale padella ben calda. In una terrina facciamo sciogliere il burro e nel frattempo riscaldiamo le fette di panettone fino ad ottenere la giusta croccantezza. Successivamente passiamo ogni fetta sul burro fuso, lasciamo raffreddare un minuto, condiamo con le acciughe, le olive, i capperi, e olio di oliva q.b.

Il gusto è molto particolare in quanto il dolce del panettone crea un contrasto con il resto degli ingredienti: provato il 31 dicembre prima del cenone, in casa tra amici. Accompagnato con del ginger farà dimenticare pure la vostra avversione verso i canditi.

Ricette con panettone che consiglio

A chi ama i gusti più tradizionali consiglio la meravigliosa Charlotte al mandarino di Misya compagna di dolci domenicali pre e post natalizi.

Piccole varianti per dei muffin dal sapore natalizio: Muffin al panettone

Ricetta con avanzi di pandoro

Il pandoro si presta per molte ricette dolci come ad esempio il classico tiramisù. Ciò che ho fatto con le mie bimbe il giorno dell’Epifania, credo sia ciò che di più goloso possa esistere nella fantasia di un quarantenne:  pandoro e nutella. In effetti, non ha molto senso aggiungere calorie ad un dolce già molto calorico ma è era pur sempre un modo per recuperare degli avanzi e ci siamo sacrificati.

ROTOLINI PANDORO E NUTELLA

INGREDIENTI

  • 1 pandoro
  • Crema spalmabile tipo Nutella

PREPARAZIONE

Tagliate il pandoro in orizzontale: otterrete delle fette a forma di stella. Con un mattarello assottigliate ogni singola fetta e spalmate sopra la crema.

Arrotolate la fetta e consumatela, in alternativa, avvolgete la fetta con della carta per alimenti, riponete in frigo e servite dopo un’ora: in questo modo sarà più compatto.

Ricette a base di pandoro che consiglio

Una buonissima coppa al pandoro con crema all’arancia

In alternativa, una buonissima torta di pandoro alle mele

 

Conosci altre ricette a base di pandoro e panettone avanzato che vorresti condividere? Lascia un commento!

 

Cc-by new white.svg Cc-nc white.svg Cc-nd.svg

Puoi scaricare e condividere questo articolo a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera all’autore

 

 

 

 

 

 

 

5 idee per riciclare panettone e pandoro
Tag:                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 1 =