Come risparmiare a 20 anni e diventare ricchi a 30?

Come immaginate i vostri 30 anni?

Se potessi tornare indietro e incontrare me stesso, probabilmente ritroverei un capellone insicuro, intento a fumare una sigaretta e bere una birra con gli amici dopo una giornata di lavoro; lo stipendio pagato al minimo, ignorante fino al midollo in materia di concetti finanziari, risparmio e pianificazione, che a vent’anni, ci può anche stare.

L’uno di fronte all’altro,  con vent’anni in più sulle spalle, gli chiederei dei sogni, dei progetti, per capire se davvero ciò che sono diventato a quaranta sia frutto di quel lavoro a basso costo, o di quelle serate spensierate, estive, capelli al vento e motorino; dei viaggi in treno, delle birre in spiaggia e delle chiacchiere tra amici alle tre di notte, di vita (tanta) vissuta tra i “farò”, “faremo”, “saremo”, in spensieratezza, con le tasche bucate.

Avere poco più di 20 anni e lavorare, anche saltuariamente però, significa avere a disposizione anche la chiave per un futuro roseo e, con i consigli giusti, buone probabilità di ritrovarsi sul conto cifre a 4 zeri una volta raggiunta l’età adulta.

Vediamo come.

5 cose da sapere a 20 anni se vuoi diventare ricco a 30

 

Non esiste una regola fissa per arricchirsi

Nessuna bacchetta magica, nessuna formula veloce o immediata che non comporti almeno una goccia di sudore. Bisogna sbracciarsi, provare a tracciare una strada anche con poco, e determinare dei punti fondamentali su cui possiamo migliorare.

Purtroppo, viviamo in un paese in cui l’educazione finanziaria non esiste: fin da piccoli impariamo a usare i soldi spendendoli, senza un’adeguata formazione legata al risparmio e ai rischi del sovraindebitamento; tutto ciò è assurdo: i soldi sono il frutto del nostro tempo, spesso si tratta di lavori mal pagati, senza sbocchi futuri, che qualcuno continuerà a fare fino a quando non sarà troppo vecchio e stanco.
Non possiamo sprecare opportunità, soldi e tempo, per questo motivo bisogno iniziare subito.

Raramente, a vent’anni, qualcuno ti parlerà di pianificazione, crescita personale o investimenti, ma è ciò che devi imparare a fare per gestire al meglio il tuo futuro.

Comincia a risparmiare in maniera automatica

Qualunque sia il tuo reddito, gestisci al meglio il tuo bilancio, e comincia a risparmiare in maniera automatica, almeno il 20% del tuo stipendio; mensilmente, imposta dal tuo home banking o chiedi alla tua banca, di prelevare forzosamente una quota da destinare ad un conto deposito: questo ti permetterà di adeguare velocemente le tue spese alla nuova disponibilità al netto di ciò che avrai risparmiato.

Un buon metodo per iniziare a gestire le proprie finanze, senza rinunce, è il metodo del 50-20-30

Risparmiare il 20% di 1000 euro dai 20 anni, per 10 anni, ad esempio, equivale a ritrovarsi sul conto più di 24.000 euro, 36.000 se scegli di aumentare questa quota al 30%.
Se investiti bene, significa garantirsi, a 30 anni, ottime capacità di investimento e tutela futura con buone rendite da interessi.

Ricorda: il miglior momento per risparmiare è proprio l’inizio della carriera lavorativa, senza figli a carico, o spese di mutui e affitto.

Investi in formazione e non aver paura di viaggiare

In Italia abbiamo delle ottime università, ma se davvero vogliamo migliorare le nostre competenze, soprattutto legate alla lingua, bisogna viaggiare e vivere all’estero quanto più possibile.
Vivere fuori sede, significa scegliere e trasferirsi in un città straniera che offra ciò che noi abbiamo in mente, lavorare per pagarsi gli studi, condividere da soli una stanza con qualcuno che, probabilmente, non parlerà neanche la nostra lingua, ma anche, e soprattutto, sbagliare: commettere errori a 20 anni è comunque una buona palestra per capire cosa si vuol diventare da adulti. La paura del nuovo, il sentirsi impacciati, fa parte del pacchetto: non rinunciare ai tuoi sogni se è questo che ti frena. Prima di te, moltissime altre persone hanno fatto ciò che tu hai in mente, perché non dovresti riuscirci?

Inoltre, andare all’estero, è uno dei migliori motivi per diventare completamente indipendenti, conoscere nuove persone, imparare a vivere con un budget limitato, e come già detto, migliorare le opportunità lavorative e linguistiche.
Esistono buone possibilità di trasferirsi grazie a borse di studio e prestiti statali dei paesi ospitanti: la storia di Giorgio, studente universitario a Sheffield, ad esempio, è una di quelle che potrebbe esserti utile.

Evita le spese inutili ma divertiti

A 20 anni non conoscevo il mio futuro, non sapevo cosa mi sarebbe accaduto, o cosa avrei fatto della mia vita, anzi, ero abbastanza incasinato. Facevo tutto quello che fanno i ragazzi a 20 anni, ma se potessi tornare indietro, mi farei rimborsare tutte le serate passate in discoteca: parliamo degli anni 90-2000, c’erano il doppio dei locali di adesso ed anche dell’ottima musica. Ricordo tanto fumo (non era ancora vietato fumare nei locali pubblici), ma essenzialmente costava; oggi, col senno di poi, reputo la spesa per la discoteca una grande idiozia: non ha senso frequentarle ogni fine settimana, pagando a caro prezzo sfinendo finanze e corpo, specialmente per un ventenne di oggi.

Ho sempre sognato di fare l’Interrail, girare l’Europa in treno: a 20 anni avevo tempo ma pochi soldi, viaggiare non era semplice ed economico come adesso, e risparmiardo su sigarette, discoteche ed altre cretinate, avrei potuto, probabilmente, arrivare fino a Capo Nord. Adesso, a 40 anni, ho qualche soldo, ma anche una famiglia e molto meno tempo, il consiglio che posso darti è quello di divertirti il più possibile, limitando però spese inutili e dannose come sigarette, e l’abuso di alcool.
Sparati un viaggio anzichè una serata confusa: i soldi risparmiati potrebbero farti girare il mondo.

Coltiva le tue passioni ed evita i debiti

Se sei appassionato di geologia, non sei strano, hai soltanto una spiccata curiosità per la struttura e la costituzione della crosta terrestre, il che è una cosa buona: scavare dentro di sè, coltivare le proprie passioni, frequentare luoghi e persone a noi affini, significa mettere in moto tutta una serie di stimoli che ti porteranno a consultare e leggere libri, fare ricerche, conoscere nuove persone con gli stessi interessi. Quel tuo interesse per le buche, potrebbe diventare il tuo lavoro a tempo pieno, e salvarti dai conti in rosso e dai buchi neri finanziari.

Non aver comunque paura di cambiare, ma soprattutto, evita di contrarre debiti a lungo termine: la libertà finanziaria, la vera ricchezza, sta nel poter controllare il denaro: un finanziamento per l’ultimo modello di Audi, non ti porterà alcun vantaggio a livello lavorativo, e sarà un fardello da alimentare per parecchi anni che limiterà le tue scelte future.

Cc-by new white.svg Cc-nc white.svg Cc-nd.svg
Puoi scaricare e condividere questo articolo a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera all’autore.

Risparmiare a 20 anni e diventare ricchi a 30
Tag:                         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 5 =