risparmiare sulla spesa
Risparmio sulla spesa del 29% in soli tre mesi, cambiando abitudini alimentari.

Nella mia famiglia, risparmiare sulla spesa è una priorità: la spesa alimentare infatti, resta la seconda voce di spesa in assoluto.
Prima dell’apertura del blog, facevo già una lista, ma finivo per acquistare quantità realmente non necessarie seguendo offerte promozionali, operazioni molto pubblicizzate ma che in realtà servivano soltanto a caricarmi di prodotti costosi.
Con il tempo, mi sono accorto che è proprio una lista delle spesa perfetta a fare la differenza, ed i risultati, infatti, non si sono fatti attendere.

Come ho fatto a risparmiare sulla spesa?

Secondo l’Istat , le famiglie italiane, in media, nel 2016, hanno speso 447 euro al mese solo per gli alimentari. Tuttavia, è possibile vivere tranquillamente, mangiando meglio, anche con molto meno.

In soli tre mesi (aprile-maggio-giugno 2017), la mia famiglia, composta da due adulti e due bambini, ha drasticamente ridotto quasi del 30% (-29,82%) il costo della spesa. Come? Semplicemente iniziando a mangiare sano ed eliminando cibi e bevande inutili e spesso dannosi per la salute.
Un risparmio di ben 30 euro ogni 100 euro di spesa consente di economizzare sulla spesa 1080 euro all’anno!
Che dire, un bel risultato che ha comportato, tra l’altro, un’alimentazione più sana ed equilibrata e pochissime rinunce.

Come posso risparmiare sulla spesa alimentare?

Fai una lista e prova a stilare un menu settimanale:

Prova ad utilizzare tre/quattro ingredienti base che ti consentano di preparare anche la cena; limita o elimina totalmente condimenti pronti, cibi precotti, surgelati, bevande gassate e soprattutto l’acqua minerale in bottiglia: l’acquisto di quest’ultima può costare fino a 450 euro l’anno.

Se ti trovi in forte difficoltà economica, e devi risparmiare sulla spesa, puoi provare questo menù settimanale da 25 euro.

Concentrati sulle offerte dei supermercati di zona:
Prendine in considerazione al massimo due per i prodotti in offerta: nessuno ha il tempo di spostarsi in base agli articoli in volantino, inoltre, alcuni prodotti potrebbero non essere disponibili e questo significa spendere carburante inutile perdendo di vista la lista; in alternativa potresti spendere qualche centesimo in più per prodotti di altre marche.

Acquista frutta e verdura di stagione:
Questo ti permette di mangiare bene e basare il tuo menù su cibi freschi e dal costo contenuto, agevolare l’agricoltura locale, e ridurre la quantità di rifiuti per l’acquisto di prodotti preconfezionati.

Una volta acquistati, valuta le ricette facili che richiedono pochi ingredienti:
con una melanzana ad esempio, dal costo di pochi centesimi, si può risolvere un pranzo e una cena; un frutto può essere una sanissima e valida alternativa per lo spuntino: le merendine, anche le più famose, sono piene di conservati e coloranti, ma se proprio non vogliamo eliminarle proviamo a farle in casa.

Acquista prodotti a marchio del supermercato:
Spesso si tratta di produzioni locali uscite dalle stesse fabbriche dei marchi blasonati e che di diverso hanno soltanto il prezzo.

come risparmiare 1000 euro sulla spesa alimentare
Preparare da soli primi piatti, secondi e merende rispetto ai cibi pronti, può farvi risparmiare molti soldi

 

Acquista solo materie prime:
Farina
, uova, zucchero, pasta, olio, burro, riso, frutta e verdura, sono sufficienti per creare tutto ciò che ci serve, e che si trova esposto sugli scaffali.
Più è complesso l’articolo che vogliamo acquistare, più sarà varia e costosa la scelta.
Fare dei biscotti con un pugno di farina, magari utilizzando ingredienti più nobili della farina 00, ci consente di risparmiare ed avere prodotti di altissima qualità.


Limita le quantità:
Le grosse quantità di cibo in dispensa, oltre ad occupare spazio inutile e farci ingrassare, sono una falsa sicurezza. Ciò si traduce in spreco e ci induce a consumare di più. Molto spesso poi, dimentichiamo i prodotti che abbiamo acquistato, ricomprandoli o, peggio ancora, lasciandoli deperire per poi doverli buttare.

Vai al supermercato solo dopo aver mangiato e acquista senza fretta:
Quando abbiamo fame la nostra forza di volontà vacilla ed è più facile acquistare cose che non ci servono. Scegli un orario di bassa affluenza per garantirti tranquillità e ricorda che ogni angolo del supermercato è organizzato ovunque allo stesso modo e pensato al massimo profitto: la merce più costosa accessibile e visibile, i prodotti di prima necessità o di fascia economica, sempre in basso.

Carte fedeltà, sacchetti per la spesa, confronto prezzo:
Porta con te sempre le carte rilasciate dal supermercato: spesso le offerte valgono solo per i titolari di quest’ultime.
Insieme alle carte non dimenticare le buste per la spesa che singolarmente possono costarti anche 20 centesimi a sacchetto. E per ultimo, non dimenticare mai di confrontare il prezzo della materia prima basandoti sul prezzo al litro o al Kg.

Sfrutta gli avanzi:

Ricicla gli avanzi del pranzo per la cena o viceversa, questo ti permette di non buttare via niente e risparmiare sul pranzo in ufficio.

Infine, valuta App, siti web, e volantini per trovare il prezzo più conveniente, ma ricorda di seguire sempre la lista e di acquistare solo il necessario recandoti al supermercato solo una volta terminate le scorte: in questo modo eviterai grandi quantità e spreco.

 

Cc-by new white.svg Cc-nc white.svg Cc-nd.svg Puoi scaricare e condividere questo articolo a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera all’autore.

Come risparmiare 1000 euro sulla spesa del supermercato mangiando sano

7 pensieri su “Come risparmiare 1000 euro sulla spesa del supermercato mangiando sano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 1 =